9:00 - 18:00

Siamo aperti dal Lunedì al Venerdì

049.720457

Per informazioni e consulenze

 

riduzione del debito bancario Tag

Studio Pinaffo > Posts tagged "riduzione del debito bancario"

Annullamento debito conto corrente affidato e nullità derivati swap: risarcimento 140.000 euro a favore dell’Azienda. Tribunale Lodi

Annullati interessi illegittimi e competenze bancarie sul conto corrente affidato e contestazione operazioni swap: debito bancario azzerato   Tribunale di Lodi Causa R.G. n. […]/2015 Giudice Dott.ssa Flaviana Boniolo   Annullamento debito conto corrente. Il contenzioso bancario, attivato da un’impresa lombarda contro un primario istituto di credito italiano, interessava un rapporto di conto corrente affidato per ingenti importi e due operazioni swap per valore nozionale di 300.000 euro addebitate presso il conto corrente stesso. La società, vessata dall’indebitamento bancario imputato dall’istituto per anatocismo, interessi ultralegali ed altre competenze illegittime, si trovava esposta con un saldo passivo di conto corrente per oltre -100.000 euro, oltre ad aver pagato...

Leggi di più

Riduzione debito bancario del -60%: opposizione decreto ingiuntivo. Annullamento interessi illegittimi per oltre 76.000 euro. Tribunale Bergamo

Opposizione decreto ingiuntivo: riduzione debito bancario per effetto della contestazione tecnica di interessi passivi ed altre illegittimità contabili   Tribunale di Bergamo Causa R.G. n. […]/2012 Riduzione debito bancario. Nel 2012 una società ed i suoi garanti ricevevano un decreto ingiuntivo da parte della banca con la richiesta del pagamento immediato del saldo di conto corrente affidato. L’ammontare del debito bancario imputato dall’istituto era pari a 126.000 circa. L’impresa opponeva il decreto ingiuntivo attraverso il proprio legale e contestualmente si rivolgeva allo studio della Dott.ssa Tiziana Pinaffo richiedendo la redazione di una consulenza tecnico contabile. La perizia econometrica, svolta in tempo utile per conferire efficacia all'azione...

Leggi di più

Usura bancaria. Annullati interessi passivi dal conto corrente per 454.000 euro. Irregolarità contrattuali. CTU Tribunale Padova

La Consulenza Tecnica d'Ufficio ha accertato usura bancaria, irregolarità contrattuali e confermato il risarcimento chiesto sul conto corrente   Usura bancaria. Il CTU nominato dal Tribunale di Padova, e chiamato a svolgere alcuni accertamenti econometrici su tre rapporti di conto corrente ed usura bancaria, accoglieva ampia parte delle osservazioni e impostazioni tecnico-giuridiche proposte dalla Dott.ssa Tiziana Pinaffo a favore del proprio cliente in veste di CTP – Consulente Tecnico di Parte. Il consulente del giudice giungeva a quantificare una somma pari a circa 454.000,00 euro a favore del correntista, accertando tra le varie il superamento delle soglie d'usura bancaria. Prima di ciò, nel 2014,...

Leggi di più

Riduzione del debito bancario a -70%. Due CTU annullano interessi passivi irregolari per 106.000€ dal conto corrente. Tribunale Belluno

Riduzione del debito bancario -70%. Usura bancaria su conto corrente. Consulenza tecnica d'ufficio accerta anomalie bancarie per due volte consecutive   Tribunale di Belluno Causa R.G. n. [omissis]/07 Giudice Dott.ssa Angela Feletto Riduzione del debito bancario e usura bancaria. Un’azienda opponeva un decreto ingiuntivo attraverso il quale la banca esigeva il pagamento di circa 160.000€ per scoperto di conto corrente affidato. L’impresa aveva lamentato la pretesa di interessi eccessivi ed irregolari da parte della banca: in effetti la perizia econometrica redatta dallo Studio Pinaffo aveva confermato la sussistenza di varie illegittimità, tra cui usura bancaria, anatocismo, applicazione di interessi e competenze irregolari, commissioni di massimo scoperto nulle. Per...

Leggi di più

Contestazione contratto finanziamento: usura bancaria, riconosciuti dal CTU 120.000€ in restituzione al Correntista. Tribunale Treviso

Tribunale di Treviso Causa R.G. n. [omissis]/2014 Giudice Dott. Gianluigi Zulian Sulla base di una perizia sul conto corrente redatta dallo Studio Pinaffo, una piccola ditta artigiana aveva radicato verso la fine del 2014 una causa contro un primario istituto bancario al fine di chiedere la restituzione del maltolto. La perizia riguardava un conto corrente intercorso dal 1993 al 2013, il quale presentava all’ultimo trimestre un saldo passivo di circa -15.000€: i capillari conteggi effettuati e le censure promosse nell’elaborato, avevano consentito all’impresa di reclamare l’illegittima applicazione di usura bancaria, anatocismo, interessi ultralegali, commissioni di massimo coperto, nullità di spese e varie altre remunerazioni. La...

Leggi di più

Cos’è l’anatocismo: come combatterlo e cosa dicono le sentenze

Interessi su interessi: contestare la capitalizzazione illegittima praticata dalla banca La fattispecie indicata con il termine anatocismo (dal greco tokos, interessi; ana, di nuovo; tokismos, usura), consiste nel fenomeno della capitalizzazione degli interessi. In pratica l'interesse viene assimilato al capitale, dando vita ad una ulteriore e successiva produzione di nuovi interessi più elevati sul corrispettivo: nella sostanza vengono riscossi dal finanziatore "interessi su interessi". A parità di tasso d’interesse nominale, venendo ad aumentare ad ogni scadenza del periodo la somma di denaro sulla quale vengono prodotti e calcolati gli interessi, si verifica un progressivo ed esponenziale aumento della misura degli interessi prodotti, non derivanti però dall’effettivo capitale...

Leggi di più

Cosa sono il decreto ingiuntivo e l’atto di precetto

Il decreto ingiuntivo (abbreviato d.i.) non è una sentenza  ma bensì solo un ordine di pagamento, ovvero un provvedimento attraverso il quale un giudice ordina ad un soggetto di adempiere ad un obbligo di pagamento di cui il creditore abbia presentato prova al tribunale mediante ricorso per ingiunzione. Dunque se ad esempio un debitore si trova in situazione di arretrato con delle rate mutuo o canoni leasing (o altro finanziamento), o se la banca ha chiesto il rientro di un fido bancario ad un'impresa, ed i soggetti non sono in grado di pagare quanto richiesto, l'istituto può rivolgersi al tribunale al...

Leggi di più

Cosa fare immediatamente per opporre un decreto ingiuntivo esigente il pagamento di finanziamenti scaduti

Quando si riceve un decreto ingiuntivo, un atto di precetto o affini, la prima cosa da fare è rivolgersi con tempestività ad un legale esperto: se il credito vantato dalla banca nei vostri confronti riguarda la materia bancaria-finanziaria (es. scoperti di conto corrente, fidi, c/c affidati, mutui non pagati, derivati IRS swap, rapporti di finanziamento in genere scaduti e non pagati, etc.) è raccomandabile avvalersi anche del supporto di consulenti tecnici esperti in materia. Infatti per le complesse vicende giurisprudenziali sulla legittimità/illegittimità degli interessi passivi, le commissioni di massimo scoperto, l’anatocismo, l’usura, gli interessi di mora e molto altro, non è detto...

Leggi di più

Cosa accade se non si oppone un decreto ingiuntivo: pignoramento, asta e altro

In pratica non opporre l'ingiunzione di pagamento equivale in termini giuridici ad ammettere - per tacito assenso - la presenza del debito imputato ed altresì la sua misura, senza contestarla in alcuna maniera. Tale condizione, una volta scaduto il termine per l'opposizione senza aver presentato ricorso presso il tribunale, non è più reversibile. A quel punto il creditore sarà legittimato dal tribunale, senza più alcun ostacolo, a rivalersi sui beni del debitore (ad esempio esecuzione su pignoramento e messa in asta di immobili o beni oggetto di garanzia ipotecaria). Perciò prima di decidere di non opporre un decreto ingiuntivo o un atto di...

Leggi di più

Il danno: annullamento interessi per usura bancaria. Cosa dice la legge e come contestare

Annullamento interessi per usura bancaria: la legge prevede l'azzeramento del costo di finanziamento   Annullamento interessi per usura. La legge n. 108/1996 tutela i cittadini dal reato di usura bancaria (e non solo) frequentemente perpetrato dagli istituti finanziari operanti sul mercato del credito. Il costo effettivo di un finanziamento infatti, sia esso mutuo, fido in conto corrente, regolamento di effetti SBF (salvo buon fine), leasing o altro, non coincide con il solo tasso nominale (o tasso apparente), quanto piuttosto con il Tasso Effettivo Globale (TEG), comprensivo cioè di tutte le remunerazioni connesse al finanziamento a qualsiasi titolo percepite dal creditore eccetto imposte e tasse. Il tasso...

Leggi di più
Attenti alle truffe

Negli ultimi anni la consulenza finanziaria alle aziende in stato di difficoltà verso il sistema bancario ha visto emergere una serie di numerosi consulenti improvvisati, sedicenti società di consulenza ed affini