9:00 - 18:00

Siamo aperti dal Lunedì al Venerdì

049.720457

Per informazioni e consulenze

Risultati: Cause Vinte, Risarcimenti, Transazioni

Solo alcune delle molte vittorie dello Studio Pinaffo come consulente tecnico di parte nell’alveo di importanti contenziosi in materia di contestazione di illeciti bancari.
In questa categoria alcune notizie inerenti sentenze, cause vinte contro le banche, risarcimenti ottenuti da risparmiatori e correntisti per investimenti e finanziamenti illegittimi.
Innumerevoli successi anche nelle transazioni finanziarie a favore di correntisti e risparmiatori avvenute durante le cause instaurate, chiudendo così i contenziosi in tempi ridotti.
Cause per anatocismo, usura bancaria, mutui, conto corrente, derivati, leasing, contestazione interessi illegittimi, contratti di finanziamento e molto altro.
Contenziosi basati su perizie econometriche accurate su finanziamenti e investimenti: la competenza fa la differenza.
Poiché alcune notizie possono riguardare alcuni procedimenti ancora in corso o eventualmente transati prima dell’emissione della sentenza, ai sensi delle disposizioni imposte dalla legge sulla riservatezza dei dati, in tali casi dalla notizia citata verranno omessi gli estremi del procedimento mediante il seguente simbolo […], con limitazione dell’indicazione del solo Tribunale ed anno di radicamento della causa.

I nostri articoli al riguardo:

Decreto ingiuntivo: transazione. Scontati 180.000 euro dal debito attribuito al correntista (interessi contestati). Tribunale Verona

  Tribunale di Verona Causa R.G. n. […]/2015   Nel settembre 2015 un’azienda del veronese aveva presentato opposizione contro un decreto ingiuntivo di 480.000 euro, notificatogli da una banca locale ai fini del rientro del fido e saldo del conto corrente. L’opposizione era stata accolta ed il giudice aveva suggerito di tentare una transazione al fine di chiudere la vertenza. L’impresa ed il legale si rivolgevano allo Studio Pinaffo per ottenere una valutazione dello stato del conto corrente, le contestazioni da sostenere e la stima di una valida transazione. Dalla consulenza emergeva che l’istituto aveva applicato interessi e competenze passive illegittime per 150.000 - 180.000 euro circa. Sulla...

Leggi di più

Decreto ingiuntivo, Treviso: CTU annulla interessi bancari illegittimi per 150.000 euro

  Tribunale di Treviso Causa R.G. n. […]/2014 Giudice Dott.ssa Francesca Vortali   Nel 2014 un’impresa immobiliare riceveva dalla banca un decreto ingiuntivo con la richiesta del rientro del fido e dell’apertura di credito accesa sul conto corrente. Poco prima l’azienda aveva fatto predisporre una perizia tecnico contabile dalla Dott.ssa Tiziana Pinaffo: elaborato che evidenziava una serie di numerose irregolarità rispetto all’operato della banca ed alle pretese esposte dall’istituto stesso in termini di interessi passivi, commissioni, capitalizzazione illegittima ed usura. L’avvocato dell’azienda utilizzava la perizia per presentare presso il Tribunale di Treviso l’opposizione al decreto ingiuntivo, asserendo che il debito imputabile all’impresa era nettamente inferiore rispetto a...

Leggi di più

Vinta causa su derivati-swap: 745.000€ restituiti al gruppo aziendale e contratti nulli. Tribunale di Milano

Tribunale di Milano Causa R.G. n. 63136/14 Sentenza R.G. n. 6264/15 del 16/06/15 Giudice Dott. Francesco Ferrari   Lo Studio Pinaffo nel 2014 aveva redatto una precisa e dettagliata consulenza tecnica a tutela di un importante gruppo di quattro imprese del nord Italia, controllate da un’azienda capofila, il quale era stato coinvolto da un primario istituto di credito nella sottoscrizione di molteplici operazioni su derivati IRS (Interest Rate Swap), ovvero contratti per lo scambio tra due controparti dei flussi sui tassi di interesse (o scambio degli indici di indebitamento). Infatti il gruppo di aziende deteneva vari debiti a tasso variabile presso l’istituto (conti corrente, mutui, finanziamenti...

Leggi di più

Equitalia: annullate cartelle per 660.000€. Tribunale di Venezia. Il Ministero: irregolare circa il 50% delle cartelle.

Tribunale di Venezia Sentenza n. 3079/2015 del 23/09/15   Il Tribunale di Venezia ha annullato cartelle emesse da Equitalia per un valore di 660 mila euro, con sentenza n. 3079/2015 pubblicata il 23 settembre 2015. Infatti le cartelle esattoriali erano affette da gravi irregolarità e violavano alcuni principi fondamentali in difesa del contribuente. Secondo il Tribunale di Venezia, l'agente di riscossione Equitalia può emettere cartelle, notificarle e agire esecutivamente solo se è in possesso dei requisiti validi e documentabili in grado di giustificare le pretese degli enti pubblici per i quali agisce. Inoltre la prova dell'esistenza dei requisiti deve essere fornita da Equitalia e dagli enti creditori...

Leggi di più

Contenzioso Agenzia delle Entrate: il fisco ha torto. CTU riconosce al contribuente vantaggi fiscali per 750.000€. Dott.ssa Pinaffo consulente dell’azienda.

Commissione Tributaria del Veneto Causa R.G. n. [omissis] / 2013   Nel 2014 un’azienda del nord Italia aveva perso in primo grado una causa contro l’Agenzia delle Entrate, la quale nel 2013 aveva avviato un’azione di accertamento fiscale presso l’impresa, avendo ravvisato delle irregolarità contabili in proposito allo scomputo di flussi finanziari (interessi) su strumenti derivati IRS swap (OTC), accesi rispettivamente per 10 e 12 milioni di euro di valore nominale. L’impresa, ovviamente insoddisfatta dell'esito della vertenza in primo grado, aveva deciso di ricorrere in appello (secondo grado di giudizio), decidendo altresì di sostituire il precedente consulente tecnico con la nuova nomina della Dott.ssa...

Leggi di più

Riconosciuti al correntista 416.000€ per interessi illegittimamente addebitati. Decreto ingiuntivo notificato da banca: infondato. Tribunale di Brescia

Tribunale di Brescia Causa R.G. n. [omissis]/2012 Giudice Dott. Di Rocco   Nel 2012 una banca notificava un decreto ingiuntivo ad un'impresa del nord Italia, chiedendo il pagamento di circa 200.000 euro a saldo di alcuni asseriti finanziamenti. L'impresa invero opponeva il decreto ingiuntivo in questione, e radicava una vertenza contro la propria banca sulla base di una perizia tecnico contabile redatta dallo Studio Pinaffo: la minuziosa analisi svolta sui conti corrente affidati, operativi sin dagli Anni ‘80, contestava varie e molteplici irregolarità, quali superamento delle soglie di usura, anatocismo (capitalizzazione illegittima di interessi su interessi), anomalie contrattuali e molto...

Leggi di più

Vinta causa su derivati-swap: 134.000€ restituiti all’azienda, annullati 9 contratti. Tribunale di Vicenza

  Tribunale di Vicenza Causa R.G. n. 7693/11 Sentenza R.G. n. 2058/15 del 03/11/15 Giudice Dott. Giuseppe Limitone   Nel 2009 lo Studio Pinaffo aveva redatto una scrupolosa consulenza tecnica a tutela di un’azienda veneta, vessata dagli interessi passivi addebitati dalla banca in forza di contratti derivati IRS (swap, OTC) accesi su valori nozionali per vari milioni di euro.   Infatti molto tempo prima, l’impresa era stata sollecitata dalla propria banca di fiducia a sottoscrivere negli anni una catena di ben 9 operazioni su derivati IRS (Interest Rate Swap), ovvero contratti per lo scambio tra due controparti dei flussi sui...

Leggi di più

Impresa in liquidazione incassa 180.000€ da transazione con banca. Tribunale di Vicenza

Tribunale di Vicenza Causa R.G. n. [omissis]/ 2012   Un’azienda veneta in procedura di concordato preventivo e liquidazione, aveva avviato un contenzioso contro un primario istituto di credito, al fine di ottenere la restituzione delle somme illegittimamente addebitate presso i conti corrente affidati nel corso dei rapporti di finanziamento intrattenuti con la banca.   Alla base della citazione era stata allegata la perizia tecnica di parte precedentemente redatta dallo Studio Pinaffo, la quale dimostrava la sussistenza di comportamenti illegittimi da parte dell’istituto e la conseguente esistenza di un consistente danno per l’impresa in conseguenza dell’addebito illegittimo di interessi, commissioni, spese,...

Leggi di più

Conti corrente: riduzione del debito di un’azienda del 35-40% (stornati interessi illegittimi per 140.000€). Tribunale di Treviso

Tribunale di Treviso Causa R.G. n. [omissis] / 2011 Giudice Dott. Lucio Munaro   Un’azienda in liquidazione, intendendo contrastare le pretese creditorie eccessive avanzate illegittimamente da una banca, aveva chiesto allo Studio Pinaffo di effettuare una perizia tecnico contabile sui conti corrente, presso i quali a suo tempo era stata accesa un’apertura di credito ed un c.d. castelletto s.b.f. – salvo buon fine, per anticipo fatture.   Il predetto elaborato aveva costituito elemento essenziale per radicare una vertenza contro l’istituto, laddove si ammetteva la presenza di un debito di capitale, purtuttavia drasticamente inferiore rispetto a quello preteso dalla banca, in...

Leggi di più

Azienda incassa 116.000€ da transazione con banca. Tribunale di Verona

Tribunale di Verona Causa R.G. n. [omissis]/2010 Giudice Dott. Fernando Platania Nel 2010 un’azienda lombarda si era rivolta allo Studio Pinaffo ai fini di far esaminare l’excursus dei conti correnti affidati intrattenuti con un primario istituto di credito italiano, il quale aveva peraltro indebitamente segnalato a sofferenze l’impresa presso la Centrale Rischi Banca d’Italia per asseriti sconfinamenti di fido ed affini. Sulla base dei presupposti emersi dalla circostanziata e precisa perizia di parte, l’azienda si era vista costretta ad intentare causa contro l’istituto, poiché - pur avendo ripetutamente contestato il comportamento della banca - quest’ultima aveva negato ogni colpa,...

Leggi di più
Attenti alle truffe

Negli ultimi anni la consulenza finanziaria alle aziende in stato di difficoltà verso il sistema bancario ha visto emergere una serie di numerosi consulenti improvvisati, sedicenti società di consulenza ed affini