9:00 - 18:00

Siamo aperti dal Lunedì al Venerdì

049.720457

Per informazioni e consulenze

Rischio usura in forte aumento nelle banche

In questi anni la Banca d’Italia ha inviato numerose lettere-richiamo a tutti gli istituti circa il computo degli oneri finanziari e delle commissioni di massimo scoperto – cms: anche l’importante sentenza della Corte di Cassazione emessa a sezioni riunite nel novembre 2004 (con la quale si dichiarava l’illegittimità della capitalizzazione trimestrale, altrimenti detta anatocismo), ha dato un importante impulso alla contestazione dei comportamenti illegittimi delle banche. Ma le cms e l’anatocismo influiscono, e molto spesso determinano, un fenomeno ancor più rilevante (e purtroppo spesso latente): l’usura.

Moltissime sono infatti le società o i correntisti che operano per necessità professionali mediante i finanziamenti per apertura di credito erogati dalle banche: il nostro studio, attivamente operante con l’associazione ADUSBEF e con numerosi studi legali nel Nord Italia, raccoglie quotidianamente drammatici segnali di allarme lanciati da soggetti imprenditoriali in gravi dificoltà economiche a causa dell’indebitamento bancario e dell’applicazione di interessi al di sopra delle soglie dell’usura.

L’applicazione di tassi di interesse effettivi superiori al tasso soglia – determinato quest’ultimo dalla legge 108/96 – fa sì che il correntista sia tendenzialmente gravato da un debito via via sempre maggiore il quale va a generare interessi passivi sempre più elevati, determinando una materiale difficoltà per il soggetto a ritornare in attivo. Questo fenomeno peraltro è proprio tipico dei finanziamenti usurari: spesso tali situazioni tracollano con la notifica di un’ingiunzione di pagamento, con il pignoramento dei beni immobili concessi ad ipoteca alla banca creditrice o addirittura con la dichiarazione di fallimento dell’impresa.

I fenomeni dell’usura e dell’anatocismo, di entità sempre più rilevante negli ultimi anni, ci spingono oramai da diverso tempo ad occuparci della tutela di realtà imprenditoriali piccole e grandi che con crescente frequenza si rivolgono al nostro studio in cerca di soluzioni concrete. Anche nell’ambito giurisprudenziale poi, la giustizia sta muovendo passi ben definiti al fine di contrastare il fenomeno usurario: di seguito due Ordinanze emesse dai Giudici dei Tribunali di Bergamo e Napoli, inoltre sono sempre più numerosi i provvedimenti di Procure, Prefetture e Tribunali al fine di contrastare il fenomeno dell’usura.

 


 

Nota – La riproduzione di tutto o di parte di questo articolo è consentita solo citandone la fonte originaria http://www.studio-pinaffo.it


SERVE AIUTO?

Chiedi assistenza per il tuo caso ed un preventivo gratuito per fattibilità e costi

Richiedi preventivo
Attenti alle truffe

Negli ultimi anni la consulenza finanziaria alle aziende in stato di difficoltà verso il sistema bancario ha visto emergere una serie di numerosi consulenti improvvisati, sedicenti società di consulenza ed affini